Perché SwimCount è paragonabile allo Spermiogramma?

Maggio 30, 2017

Ti avevamo già parlato dei motivi oggettivi per cui SwimCount venga considerato, dagli esperti di tecnologie biomedicali, il miglior kit di fertilità maschile. Ma oggi, in questo articolo, vogliamo esaminare i parametri di confronto che differenziano il nostro kit dagli altri test presenti sul mercato e, soprattutto, spiegarti perché i risultati di SwimCount sono comparabili con quelli delle analisi di laboratorio: lo spermiogramma


APPROFONDIMENTO: Lo spermiogramma è l'analisi del liquido seminale finalizzata a valutare la qualità degli spermatozoi, attraverso la verifica della forma, del numero e della motilità. Tale esame rappresenta lo strumento principale per la valutazione della fertilità maschile. (fonte: wikipedia.org)

Per farlo ci avvarremo della tabella sottostante. 
Nella prima riga trovi i kit faidaté per la misurazione della fertilità dell'uomo, tra i quali rientra SwimCount. Tutti i valori dei kit vengono raffrontati con i parametri chiave (prima colonna) delle analisi di laboratorio, ossia lo spermiogramma.

Tabella comparativa: test fertilità maschile

SELEZIONE SPERMATOZOI FECONDANTI 

Secondo la WHO, uno dei parametri forniti dallo spermiogramma è la motilità degli spermatozoi, ovvero la concentrazione di spermatozoi che si muovono nel liquido seminale con motilità progressiva (PR), con motilità non-progressiva (NP) e quelli immobili (IM).
Si preparano due vetrini con due aliquote dello stesso campione e si contano almeno 200 spermatozoi per ognuno dei due vetrini. Una volta contati gli spermatozoi per tipologia di motilità, si riportano i risultati in %.
I limiti cut off sono: 40% per la motilità totale (cioè spermatozoi PR + spermatozoi NP) e 32% per la motilità progressiva (solo spermatozoi PR).

Gli spermatozoi PR sono quelli responsabili della fecondazione dell’ovulo a detta delle linee guida WHO e altri organi istituzionali come la British Fertility Society (BFS). La BFS dice espressamente che il valore minimo di spermatozoi PR deve essere 5 milioni per millilitro di liquido seminale che corrisponde al dato di 32% di spermatozoi PR, indetto dalla WHO.
Infatti, sapendo che la concentrazione minima cut off di spermatozoi totali per millilitro è pari a 15 milioni, il 32% di 15 milioni è pari a 4,8 milioni (che si arrotonda a 5 milioni).

Ebbene, seguendo il ragionamento della WHO e BFS secondo cui la concentrazione di spermatozoi PR è legata al successo del concepimento, SwimCount va a classificare la quantità di spermatozoi PR secondo tre valori: sotto 5 milioni/ml, tra 5 e 20 milioni/ml e sopra 20 milioni/ml. Il primo valore è quello di riferimento della WHO e BFS, gli altri due sono un ulteriore classificazione messa dal produttore danese, giusto per dare due punti di riferimento in più.



CORRELAZIONE: RISULTATO DEL TEST CON IL GRADO DI FECONDITÀ DEL LIQUIDO SEMINALE

La WHO e la BFS affermano che la concentrazione di spermatozoi con motilità PR è correlata alla possibilità di successo del concepimento. Il dato che offre SwimCount esprime la qualità del liquido seminale e non la quantità come gli altri kit in commercio.
Ovvero, SwimCount ti dà un risultato che rispecchia la concentrazione di spermatozoi PR per millilitro di liquido seminale che a sua volta è correlato alla possibilità di mettere incinta la propria compagna.

Secondo questo principio, possiamo consigliarti di: 

  • hai problemi, contatta lo specialista se il risultato è sotto i 5 milioni/ml;
  • stai sereno se il risultato è tra 5 e 20 milioni/ml;
  • stai ancora più sereno se il risultato è sopra i 20 milioni/ml.


RISULTATO CORRELATO CON LE ULTIME LINEE GUIDA WHO (2010)

Questo parametro fa riferimento al valore cut off di 5 milioni/ml di spermatozoi con motilità progressiva, stabilito nelle ultime linee guida del WHO e confermato dagli altri organi, al quale tutti i test dovrebbero far fede.  



DISCRIMINAZIONE SPERMATOZOI FECONDANTI DAI NON FECONDANTI 

SwimCount rileva e quantifica solo la concentrazione degli spermatozoi PR (che sono quelli fecondanti, a detta della WHO stessa e della BFS) e non tiene di conto degli spermatozoi immobili (IM) o che si muovono ma senza progressione in avanti (NP).

Gli altri kit invece contano tutti i tipi di spermatozoi fornendo il dato di conta totale (quantità e non qualità). È intuibile come questo dato non significhi niente se non correlato alla qualità degli stessi spermatozoi. Un uomo può avere pochi spermatozoi ma averli tutti PR (quindi fecondanti) o averne tanti ma tutti immobili (quindi NON fecondanti).



STUDIO DI VALIDAZIONE DEL PRODOTTO

SwimCount, rispetto agli altri kit in commercio, è quello con lo studio di validazione basato sul maggior numero di campioni analizzati e comparati. Gli altri test o hanno studi di validazione basati su minor numero di campioni oppure non hanno proprio lo studio di validazione disponibile.


Desideri ricevere maggiori dettagli su SwimCount?
Contattaci e ti risponderemo nel minor tempo possibile.  



Altri articoli su News & Know-How:

Tecnologie emergenti per l'analisi dello sperma da casa
Tecnologie emergenti per l'analisi dello sperma da casa

Luglio 03, 2018

Con circa 70 milioni di casi di infertilità in tutto il mondo, metà dei quali sono causati da fattori maschili, l'analisi dello sperma è fondamentale per determinare il potenziale di fertilità maschile.
I metodi di analisi convenzionale dello sperma implicano una complessa e manuale investigazione con il microscopio, perciò questi metodi sono laboriosi e possono richiedere diversi giorni.

Continua a leggere

Il calo della Fertilità Maschile nel mondo (infografica)
Il calo della Fertilità Maschile nel mondo (infografica)

Luglio 29, 2017

La metanalisi, condotta alla Hebrew University di Gerusalemme e pubblicata su Human Reproduction Update, è stata ovviamente ripresa dalle più importanti testate giornalistiche, alcune delle quali con articoli dai titoli eclatanti...

Continua a leggere

L'età incide sulla Fertilità Maschile. (indagine ESHRE)
L'età incide sulla Fertilità Maschile. (indagine ESHRE)

Luglio 19, 2017

Le donne hanno il loro personale orologio biologico che calcola il periodo all'interno del quale possono rimanere incinte. È risaputo, col passare degli anni la fertilità femminile cala, fino ad esaurirsi con l'arrivo della menopausa. È risaputo per quanto riguarda la donna, ma l'avanzare dell'età è così tanto determinante anche per la Fertilità Maschile?

Continua a leggere